Balun in corrente e in tensione

balun in tensione

 

Il balun cosiddetto in tensione utilizza un trasformatore.

 

balunvoltage

 

Il centrale e la calza interna trasportano una corrente che transita nell’avvolgimento di sinistra, generando un campo elettromagnetico nel nucleo. Questo genera una corrente equivalente nell’avvolgimento di destra, che però ha solo i rami del dipolo su cui agire.

Della stessa famiglia fanno parte anche gli autotrasformatori, che hanno avvolgimenti non separati in DC ma che hanno lo stesso funzionamento in AC del trasformatore di cui sopra.

Variando il rapporto tra numero di avvolgimenti sui due lati, questo dispositivo può anche svolgere la funzione di trasformatore di impedenza oltre a quella di balun.

 

balun in corrente

 

Il balun in corrente invece usa un altro principio. Questo è lo schema:

baluncurrent

Quello che si vede non è un trasformatore ma una linea avvolta ad induttanza. In pratica, è una bobina fatta con due fili paralleli.

Vediamo come funziona.

Come è noto, una bobina forma un’induttanza. Un’induttanza per la corrente continua è praticamente trasparente: se provate con un tester i capi di una bobina, risultano cortocircuitati.

Applicando però una corrente alternata, il campo elettromagnetico da questa prodotta fa sì che l’induttanza cominci a presentare un ostacolo (non per niente chiamato “impedenza”) che si oppone al passaggio della corrente. Più sale la frequenza, più aumenta l’impedenza e più l’induttanza si oppone al passaggio di corrente.

Il concetto fondamentale nel balun in corrente è questo:

– le correnti differenziali, cioò quelle prodotte dalla radio e che scorrono nel coassiale, come sappiamo si elidono e non producono campi elettromagnetici; non producendo campi, non subiscono l’influenza dell’induttanza;

– le correnti di modo comune, invece, producono campi elettromagnetici; esse vengono così fermate dall’induttanza.

Il balun in corrente in figura quindi è un dispositivo che ferma le correnti di modo comune lasciando passare quelle differenziali.

La corrente che eccita il dipolo rx passa da sinistra a destra perché accompagnata da quella che eccita il dipolo sx che ne annulla il campo. Arrivata lì, però, non può ritornare sulla calza esterna, perché dovendo tornare indietro da sola, produrrebbe un campo elettromagnetico che provocherebbe il blocco da parte dell’induttanza.

I balun in corrente sono anche detti choke, che in inglese vuol dire “strozzare”: infatti operano “strozzando” il passaggio alle correnti di modo comune.

Il più comune ed economico balun di questo tipo è il cosiddetto “ugly balun”, costituito da un’avvolgimento del cavo coassiale su una forma cilindrica. Più la frequenza è bassa, più serve un’induttanza elevata: per questo può essere avvolto in aria per frequenze elevate o su ferrite per quelle più basse (o per fare balun più piccoli).

choke